Il divano è il re dei nostri soggiorni, ospita le nostre chiacchere con gli amici, un momento di relax o semplicemente un’occasione di condivisione.

E’ importante sceglierlo bene!

 

Vi confindo che quando è arrivato il mio turno c’ho messo un bel po’ per mediare tra colori, forme, materiali e comodità.
Vediamo quindi di analizzarlo per poterne affrontare al meglio l’acquisto.

  • Divano in pelle o tessuto?

Beh la pelle più invecchia e più acquista personalità e fascino.
Inoltre all’oggi esistono le varie tipologie in ecopelle che possono essere sicuramente più comode per chi ha per esempio bimbi piccoli o comunque per una facile manutenzione.

Il tessuto invece risulta un must, da prediligere i cotoni e i lini piuttosto che filati misti lana, risulteranno infatti sicuramente più freschi nelle ormai torride estati italiane.

Valutate inoltre l’opzione di una trama più consistente che resterà sempre in ordine e ben stesa nel nostro divano, evitando così lo sgradevole formarsi di grinze e pieghe dopo esservi seduti. La possibilità che possa poi essere sfoderabile, sicuramente risulta conveniente per una più agevole pulitura dello stesso.

  • E il velluto?

Lo considererei per poggiapiedi e pouf in quanto grande catturatore di polvere e di più facile deteriorabilità.

  • Tinta unita o fantasia?

Beh, entrambi belli. I primi sono ovviamente più facili da inserire negli ambienti, mentre i secondi fanno notare meno invecchiamento e usura.

  • La struttura.

Da verificare anche la struttura dell’imbottito che si vuole comprare. Sceglietene uno resistente, magari in legno o in poliuretano espanso con l’anima in ferro.
Non bisogna vergognarsi di entrare in un negozio e provare i vari divani, è infatti importante testarne la comodità e controllare che la seduta non sia troppo rigida.
A differenza del letto, il divano per essere confortevole deve essere fatto con un misto di piuma e gommapiuma.
E mi raccomando….non uscite di casa senza le misure della stanza dove volete collocarlo……!!!!!