Arredare

Il design salva spazio!

Di Del 28 maggio 2013

Qualche settimana fa ho avuto modo di assistere alla cerimonia di premiazione del concorso “Casalgrande Padana Grand Prix 2010/2012“, presso lo Spazio CityLife di Milano. Per questa occasione è stato ricreato, in scala 1:1, uno degli appartamenti proposti nelle residenze…

iMakers

Makers: gli artigiani del futuro

Di Del 17 maggio 2013

Essendo un blog in cui raccolgo spunti, suggestioni e riflessioni sull’interior design ma anche, con una visione più ampia, su tutto ciò che è creativo e stimolante, oggi, causa forse del tempo quasi autunnale che stimola la mia natura più…

iMakers

Fuorisalone 2013: Appartamento LAGO, dove la creatività vola in alto

Di Del 23 aprile 2013

Finalmente ho la possibilità di iniziare a raccontarvi le esperienze fatte a Milano durante le giornate di Salone e Fuorisalone. Tante sono le immagini e spunti raccolti grazie a quest’evento e conto di farvene partecipi con post e raccolte di foto, anche tramite il mio account Pinterest e Facebook.
In questa mole di informazioni, emozioni e suggestioni decido di iniziare la mia condivisione dall’evento e dalla situazione che ho trovato forse più coinvolgente e stimolante. Mi riferisco all’evento, a cui ero stata gentilmente invitata, “LAGO meets the bloggers” che si è tenuto nell’Appartamento LAGO in zona Brera, Milano.

01_appartamento

L’Appartamento LAGO, per chi non sapesse, è un esperimento abitativo e culturale.
Un vero appartamento realmente abitato e interamente arredato con i prodotti LAGO, il cui proprietario, appassionato di design, si impegna ad aprire periodicamente le porte ai visitatori, organizzando ed ospitando al suo interno eventi culturali di vario genere.
Svariati sono gli Appartamenti LAGO in Italia e all’estero ma questo esperimento ebbe inizio proprio con l’Appartamento di Milano nel 2009, in occasione del Salone del Mobile.

02_appartamento

Era la mia prima volta in un Appartamento LAGO ed è stata un’esperienza entusiasmante! Per quanto avessi letto a riguardo e nonostante fossi da sempre appassionata del marchio, ero un po’ scettica, convinta che fosse il solito “bla bla bla” e di trovarmi nel classico ed asettico showroom in cui “no foto”, “don’t touch”…etc..con mia grande gioia e stupore invece la realtà in cui mi sono trovata era ben diversa. E’ stato un po’ come trovarsi ed essere accolti da una famiglia di creativi, curiosi, professionisti, appassionati, in cui ognuno poteva oltre che vivere a pieno e in prima persona il design, intrecciare e generare “energie” e situazioni con le persone presenti, dando così unicità e fascino al luogo stesso.

play the change

1 22 23 24 25 26 28